Per ora

Perora

Approfondimenti

La forma corretta di questa locuzione avverbiale è "per ora". Se la scriviamo tutta unita, commettiamo senza dubbio un errore. La grafia unita "perora", infatti, è la terza persona singolare del verbo perorare, che vuol dire "parlare in favore di qualcuno" (egli perora).


Mensa

Menza

Approfondimenti

La forma corretta è "MENSA". Il vocabolo deriva dal latino mēnsa(m) (=tavola).


Mensile

Menzile

Approfondimenti

La forma corretta è "MENSILE". L'aggettivo, infatti, deriva dal latino mensis (=mese).


Egregie

Egrege

Approfondimenti

Il plurale dei nomi che al singolare terminano in -cia, -gia e -scia (Camicie o camice? Ciliegie o ciliege? Egregie o Egrege?) è una delle questioni che più genera incertezza tra i parlanti e gli scrittori della lingua italiana.

Il plurale di egregia è EGREGIE; infatti, secondo la regola del plurale dei nomi in -cia, -gia:

  • le parole in cui le terminazioni -cia e -gia sono precedute da vocale formano il plurale in -cie e -gie: scriveremo dunque malvagie, camicie, ciliegie, micie, valigie;    
  • le parole in cui -cia e -gia sono precedute da consonante formano il plurale in -ce e -ge: scriveremo dunque arance, province, pronunce, gocce, bolge, frange...

Rientrano in questo secondo caso anche le parole terminanti in -scia al singolare; al plurale termineranno sempre in -sce: scriveremo quindi fasce, strisce, bisce, ecc...


Abolire

Abbolire

Approfondimenti

La grafia corretta è "ABOLIRE". Il verbo deriva dal latino abolere.


Mensola

Menzola

Approfondimenti

La forma corretta è "MENSOLA", con la S. Il vocabolo deriva dal latino mensŭla (=tavoletta), diminutivo di mensa (=tavola).


Ansia

Anzia

Approfondimenti


Esecrabile

Esecrabbile

Approfondimenti

Si scrive "ESECRABILE". L'aggettivo deriva dal latino exsecrabĭlis e significa "che merita di essere esecrato, condannabile, riprovevole".


Scannerizzare

Scansionare

Scannerare

Approfondimenti

Nel caso in cui si voglia far riferimento all'operazione di acquisizione di immagini attraverso uno scanner, potremo far uso, indistintamente, dei verbi scansionare, scannerizzare, o dei meno comuni: scannare, scannerare e scandire. Ad ogni modo, consigliamo l'utilizzo dei verbi più diffusi e comuni: scansionare e scannerizzare.


Archeologi

Archeologhi

Approfondimenti


Scompare

Scomparisce

Approfondimenti

Il verbo scomparire va sempre coniugato regolarmente quando ha il significato di "sparire", "sottrarsi alla vista":
es. Giulio, quando serve, scompare sempre. Si scrive dunque scompare.

Tuttavia è opportuno fare una piccola precisazione: scomparire, coniugato con l'infisso "isc", quindi scomparisce, è corretto quando ha il significato di "sfigurare", "fare una brutta figura":
es. Mario scomparisce sempre davanti agli altri;


D'alto bordo

D'alto borgo

Approfondimenti

Definizione che proviene dall'antico linguaggio marinaresco. Il prestigio di una nave era in diretto rapporto con l'altezza del bordo, cioè della fiancata dello scafo che emerge dall'acqua. Di lì l'avvicinamento del termine ad altre circostanze per significare: d'alto livello, d'alta classe. Si scrive quindi d'alto bordo e non d'alto borgo.


Lascerebbe

Lascierebbe

Approfondimenti

Si scrive lascerebbe senza la -i.


Almeno

Al meno

Approfondimenti

La grafia corretta è "almeno".

Curiosità: la grafia separata "al meno", nei secoli scorsi, non era considerata un errore di ortografia come oggi.


Reflusso

Riflusso

Approfondimenti

Le forme sono entrambe corrette. Tra le due, la più diffusa è "reflusso". A voi la scelta!


Chirurghi

Chirurgi

Approfondimenti

Il plurale più diffuso del vocabolo chirurgo è "chirurghi". Tuttavia, la forma "chirurgi" è pure ammessa, ma è più rara.

Non esiste una regola grammaticale precisa: di solito i nomi che indicano persone tendono ad avere il plurale in -gi, mentre i nomi che indicano cose tendono ad avere il plurale in -ghi. Naturalmente ci sono sempre delle eccezioni: ad esempio, il vocabolo "asparago" al plurale diventa "asparagi". Lo stesso vocabolo "chirurgo" costituisce un'eccezione a quanto appena detto.


Serigrafia

Seligrafia

Approfondimenti


Pignatta

Pignata

Approfondimenti

La corretta grafia di questo vocabolo è "pignatta" con due -p.


Coscienziosamente

Coscenziosamente

Approfondimenti

La sillaba SCE si scrive quasi sempre senza la I; eppure tutte le parole legate al sostantivo SCIENZA, dal latino scientiam (da sciens, participio presente di scire, che vuol dire "sapere"), costituiscono un'eccezione alla regola appena esposta. COSCIENZA, dal latino conscientia, a sua volta derivato da consciens, participio presente del verbo conscire (che vuol dire "essere consapevole"), si scrive con la I. Lo stesso vale per tutte le parole derivate (coscienzioso, cosciente, incosciente...), tra i quali l'avverbio "coscienziosamente".


Menu

Menù

Approfondimenti

Il vocabolo è un prestito dal francese, entrato in italiano nella forma originale "menu", alla quale si è poi affiancato l’adattamento "menù".

La discussione su quale delle due forme preferire è ancora aperta e i vocabolari appaiono discordanti sulla questione. Il GRADIT di Tullio De Mauro privilegia la grafia originale francese "menu" e riporta come variante la forma accentata "menù". Il Treccani.it sostiene che "menù", adattamento della forma menu, «è più usato in entrambi i significati», quello gastronomico e quello informatico. Il Sabatini Coletti riporta solo la grafia originale "menu", mentre il GDLI di Salvatore Battaglia indica la forma "menù" e riporta la forma originale "menu" solo nella nota etimologica.

Entrambe le forme sono quindi corrette. A voi la scelta!


Scarica l'APP di Come si scrive?