Quesito del giorno

Lancerò

Lancierò

Approfondimenti

I verbi con l’infinito in -ciare, -giare e -sciare (baciare, mangiare, lasciare) davanti alla E e alla I perdono la «i» della radice.

Si scrive quindi "lancerò" e non "lancierò"; idem per "lancerete, lanceremo" (non "lancierete, lancieremo").


Sono atterrato

Ho atterrato

Approfondimenti

Il verbo atterrare può essere transitivo e intransitivo. Con valore transitivo, richiede l'ausiliare avere e ha il significato di "gettare a terra". Es.: Ha atterrato l'avversario.

Se è intransitivo significa "giungere a terra" e può avere l'ausiliare essere (preferibile) o avere.  Es.: L'aereo è atterrato alle 11 di sera (o "l'aereo ha atterrato alle undici di sera"). Quando il soggetto è un essere umano, prevale l'uso dell'ausiliare essere. Es.: Sono atterrata a Torino.


Ventitré

Ventitre

Approfondimenti

Il numero "ventitré" si scrive con l’accento acuto sulla "e" finale, anche se il numero "tre" da solo non è accentato. Questa regola è valida per tutti i composti del numero tre, come trentatré, cinquantatré e così via all’infinito.


Audience

Odiens

Approfondimenti

Audience è un forestierismo inglese. Un sinonimo italiano del vocabolo è la parola ascoltatori (o spettatori di un determinato programma trasmesso da un mezzo di comunicazione). 

Scrivere odiens è quindi sbagliato, anche se tra il 1988 e il 1989, su Canale 5, venne trasmessa una trasmissione intitolata Odiens. Il titolo della trasmissione è evidentemente una storpiatura della parola audience, ma è anche da intendersi come parola latina, significante colui che odia.


Comfort

Confort

Approfondimenti

Entrambe le forme sono corrette. Comfort, la forma più diffusa, è un forestierismo inglese (che vuol dire 'comodità, agio'), confort, è invece il corrispettivo francese di comfort. Anche per quel che riguarda la pronuncia in italiano è più diffusa quella inglese, in cui l'accento cade sulla prima sillaba (còmfort).


Assorbe

Assorbisce

Approfondimenti

Il verbo assorbìre presenta due forme alternanti con o senza il suffisso -isc-. Sebbene non sia sbagliato scrivere assorbisce ne sconsigliamo l'utilizzo poiché tale forma è desueta. Meglio scrivere assorbe. Per fare maggior chiarezza sull'argomento coniughiamo l'indicativo presente del verbo assorbire: io assorb(isc)o, tu assorb(isc)i, egli assorb(isc)e, noi assorbiamo, voi assorbite, essi assorb(isc)ono.


Bolle

Bollisce

Approfondimenti

Bollìre non è un verbo sovrabbondante (verbi che hanno più forme per gli stessi tempi e persone), per cui è corretto scrivere "l'acqua bolle" e non "l'acqua bollisce". Per fare maggior chiarezza sull'argomento coniughiamo l'indicativo presente del verbo bollire, alcune forme possono risultare ambigue, nonostante tutto sono le uniche corrette: io bollo, tu bolli, egli bolle, noi bolliamo, voi bollite, essi bollono.


Mangerò

Mangierò

Approfondimenti

I verbi con l’infinito in -ciare, -giare e -sciare (bruciare, mangiare, lasciare) davanti alla E e alla I perdono la «i» della radice. Si scrive quindi mangerò e non mangierò, così come mangerete (non mangierete).

Per rinfrescare la memoria coniughiamo il futuro semplice del verbo mangiare: io mangerò, tu mangerai, egli mangerà, noi mangeremo, voi mangerete, essi mangeranno.


Chaise-Longue

Sceslong

Approfondimenti

La chaise-longue è una poltrona allungata dotata di un appoggio rialzato per la testa e viene anche detta greppina o cislonga. Il termine è un forestierismo proveniente dalla lingua francese, la cui traduzione letterale in italiano è seggiola lunga.


Mannaggia

Managgia

Mannagia

Approfondimenti

L'esclamazione mannàggia si scrive con due -n e due -g. L’interiezione è particolarmente diffusa in tutta l'Italia centro-meridionale ed è utilizzata sia come imprecazione contro qualcuno o qualcosa, sia come esclamazione di sfogo o di disappunto. Mannaggia deriva, per sincope, da un'altra interiezione, malannaggia «abbia il malanno» - di uso per lo più letterario: malannaggia la furia! (Manzoni); malannaggia l'anima tua! (Verga) -, a sua volta composta di malanno e aggia (forma meridionale di abbia, congiuntivo di avere).


Scarica l'APP di
Come si scrive?

Come si scrive una lettera formale?


Prova il QUIZ di "Come si scrive?" e dimostra di essere un campione!