Nidiata

Nidata

Approfondimenti

L'unico vocabolo corretto è "NIDIATA". Con questo termine si indicano gli uccelli di un nido, nati da una stessa covata.


Ciance

Ciancie

Approfondimenti

Il plurale dei nomi che al singolare terminano in -cia, -gia e -scia (Camicie o camice? Ciliegie o ciliege? Ciance o Ciancie?) è una delle questioni che più genera incertezza tra i parlanti e gli scrittori della lingua italiana.

Il plurale di ciancia è CIANCE; infatti, secondo la regola del plurale dei nomi in -cia, -gia: 

  • le parole in cui le terminazioni -cia e -gia sono precedute da vocale formano il plurale in -cie e -gie: scriveremo dunque camicie, ciliegie, micie, valigie...;     
  • le parole in cui -cia e -gia sono precedute da consonante formano il plurale in -ce e -ge: scriveremo dunque ciance, province, pronunce, gocce, bolge, frange...

Rientrano in questo secondo caso anche le parole terminanti in -scia al singolare; al plurale termineranno sempre in -sce: scriveremo quindi fasce, strisce, bisce, ecc...


Soddisfazione

Soddisfazzione

Approfondimenti

Davanti a -ion le consonanti g e z non vanno mai raddoppiate; dunque, dovete scrivere soddisfaazione, addizione, sottrazione e colazione, non soddisfazzione, addizzione, sottrazzione e colazzione

Consultando qualunque dizionario, potrete constatare che l'unica forma corretta è quella con una sola z.


Intrinseci

Intrinsechi

Approfondimenti

Il plurale maschile dell'aggettivo "intrinseco" è "INTRINSECI"; intrinsechi è una form che si sente spesso pronunciare ma è errata.


Veggente

Vegente

Approfondimenti

Si scrive "VEGGENTE". Il veggente è una persona che prevede gli avvenimenti futuri.

Veggente è una forma secondaria non usata del participio presente del verbo vedere.


Creiamo

Creamo

Approfondimenti

Si scrive "creiamo", perché la desinenza della prima persona plurale del presente indicativo è "-iamo".


In braccio

Inbraccio

Imbraccio

Approfondimenti

Si scrive "in braccio". L'espressione è scritta sempre distaccata ed è formata da due etimi distinti: la preposizione "in" + il sostantivo "braccio".


Sottosviluppato

Sotto sviluppato

Approfondimenti

La grafia di questo aggettivo è univerbata. Si scrive "sottosviluppato". L'aggettivo è composto da "sotto-" e "sviluppato", participio passato del verbo sviluppare.


Arbitro

Albitro

Approfondimenti

La forma corretta è solo "ARBITRO". Non fatevi confondere dalla pronuncia di chi ha la cosiddetta "r moscia".

Il vocabolo deriva dal latino arbiter.


Guardalinee

Guardialinee

Approfondimenti

La forma più comune e utilizzata è "GUARDALINEE", vocabolo composto da guarda- e linea. Guardalinee è un sostantivo invariabile.

La forma guardialìnee non è errata ed è utilizzabile.


Cecato

Ciecato

Approfondimenti

"Cecato" è il participio passato del verbo "cecare". Questo verbo ammette anche la forma con la "i" ciecare (con il relativo participio passato "ciecato").

Tra le due forme è da preferire quella senza i "cecato", poiché nella coniugazione del verbo la /e/ dittonga in /ie/ solo se tonica e, nel participio passato "cecato", la sillaba tonica è -ca-, non ce-.

Il verbo deriva dal latino caecare.


Rispondano

Rispondino

Approfondimenti

La forma corretta della terza persona plurale del congiuntivo presente del verbo "rispondere" è "RISPONDANO".


Contagiare

Contaggiare

Approfondimenti

Contagiare si scrive con una sola G


Instillare

Istillare

Approfondimenti

Sono corrette entrambe le forme. Il verbo deriva dal latino instillare, composto dalla preposizione in (=dentro) e stillare (=stillare).


Strabiliante

Strabigliante

Approfondimenti

Si scrive "STRABILIANTE". Strabiliante è il participio presente del verbo strabiliare.


Pasticcera

Pasticciera

Approfondimenti


Cigliato

Ciliato

Approfondimenti

"Cigliato" e "ciliato" costituiscono un esempio di allotropia puramente morfologica (= due varianti che mantengono lo stesso significato e si differenziano solo per la forma).

La forma più diffusa nella lingua italiana è "cigliato" (deriva dall'italiano "ciglio").

"Ciliato" è una variante di "cigliato", usata soprattutto nel linguaggio scientifico, e deriva dal latino cilium.


Andare al mare

Andare a mare

Approfondimenti


Rinnovo

Rinnovamento

Rinnovazione

Approfondimenti

I vocaboli sono tutti corretti, ma assumono significati con sfumature differenti. Il dizionario Sabatini Coletti spiega nel seguente modo i primi due termini:

  • RINNOVO: 1) sostituzione di qualcuno o qualcosa (rinnovo delle cariche); 2) proroga della validità di qualcosa (rinnovo della patente);
  • RINNOVAMENTO: 1) sostituzione o ammodernamento di ciò che è vecchio; 2) figurativo: cambiamento con il quale si affermano idee, valori, istituti nuovi; 3) figurativo: trasformazione interiore, spirituale.

Il termine "rinnovazione" indica l'azione del rinnovare o del rinnovarsi e, nella Santa Messa, il rito con il quale i fedeli rinnovano le promesse battesimali.

 


Tranvia

Tramvia

Approfondimenti

Sono corrette entrambe le forme, ma la più diffusa è "TRANVIA".

Il vocabolo deriva dall’inglese tramway [composto da tram (=tram) e way (=via)].


Scarica l'APP di Come si scrive?