Brioche

Briosc

Approfondimenti

Si scrive "brioche". Questo vocabolo è un forestierismo (= vocabolo, locuzione o altra costruzione linguistica importata da un'altra lingua) derivato dalla lingua francese.

In italiano è un sostantivo femminile invariato.


Steward

Stewart

Stuard

Stuart

Approfondimenti

Si scrive steward (e si pronuncia stiùard). Il termine appartiene alla lingua inglese. Nell'inglese antico la parola steward si scriveva stiward o stigweard, dove con stig si voleva indicare una parte della casa e con weard la figura del guardiano. In italiano al plurale è preferibile scrivere gli steward, anche se scrivere gli stewards è comunque corretto.

Significato: Assistente di volo, per estensione addetto a funzioni analoghe in altre occasioni.


Fabbrica

Fabrica

Approfondimenti

La forma più diffusa nell'italiano contemporaneo è senza dubbio "FABBRICA", con 2 B. La forma "fabrica", con una sola B, è ammessa dai dizionari ed è indicata come forma letteraria.

Il vocabolo deriva dal latino fabrĭca (= mestiere, lavorazione, officina), a sua volta derivato di faber (=fabbro).


Exploit

Espluà

Approfondimenti

Si scrive "exploit" e non espluà. Il termine, preso in prestito dalla lingua francese, deriva a sua volta dal latino explicitum, participio passato di explicare.

Significato: impresa compiuta con successo; in ambito informatico: "codice che, sfruttando un bug o una vulnerabilità, porta all'esecuzione di codice non previsto, il cui risultato può portare all'acquisizione dei privilegi di amministratore di un computer" (wikipedia).


A vanvera

A vampera

Approfondimenti

Si dice e si scrive "a vanvera". L'etimologia della parola vanvera è incerta: secondo alcuni deriva da "fanfera", vocabolo onomatopeico dal suono fan-fan, da cui deriva anche il termine fanfarone (= chiacchierone, spaccone); secondo altri risale allo spagnolo bambarria che, nel gioco del biliardo, indica un tiro sbagliato ma vincente.

Chi parla a vanvera è colui che parla a casaccio, senza riflettere troppo su ciò che dice.


Ellissi

Ellisse

Approfondimenti

Entrambi i termini sono corretti, ma è necessario fare delle precisazioni: il termine ellisse si riferisce ad una forma geometrica; l'ellissi, invece, è una figura retorica. Quando, dunque, ci riferiamo ad una figura geometrica raffigurante un cerchio schiacciato, dobbiamo utilizzare il termine ellisse. Se, invece, facciamo riferimento alla figura retorica che comporta la soppressione di uno o più elementi che la costruzione grammaticale di una frase richiederebbe (Es. "…Ai posteri l’ardua sentenza…" il verbo "spetterà" è stato omesso), si dovrà utilizzare il termine ellissi.

Ad aumentare la confusione contribuisce il plurale del vocabolo ELLISSE (la figura geometrica): LE ELLISSI.


Scarica l'APP di
Come si scrive?

Come si scrive una lettera formale?


Prova il QUIZ di "Come si scrive?" e dimostra di essere un campione!