Il nome

In base al significato, distinguiamo i nomi in:

  • nomi propri (Marco, Anna);
  • nomi comuni (papà, mamma); 
  • nomi concreti (treno, meccanico, tavolo);
  • nomi astratti (idea, dolore); 
  • nomi individuali (cane, gatto);
  • nomi collettivi (esercito).

In base alla forma distinguiamo i nomi in:

  • nomi maschili (libro);
  • nomi femminili (asola);
  • nomi singolari (lettera); 
  • nomi plurali (lettere); 
  • nomi invariabili (città);
  • nomi difettivi (fame, sete);
  • nomi irregolari (vedi spiegazione).

In base alla struttura distinguiamo i nomi in:

  • nomi primitivi (latte);
  • nomi derivati (latticini);
  • nomi alterati (casetta);
  • nomi composti (parafango).

Nomi propri

Il nome proprio indica una persona, un animale o una cosa, distinguendola tra tutti gli altri. Es. Marco, Anna.

Nomi comuni

Il nome comune è una parola che indica, genericamente, una persona, un animale o una cosa. Es. papà, mamma.

Nomi concreti

Il nome concreto indica oggetti, cose viventi o oggetti reali, tutto ciò, quindi, che può essere percepito grazie ai cinque sensi. Es. treno, sabbia, meccanicotavolo.

Nomi astratti

Contrapposti al nome concreto, il nome astratto si riferisce  a entità non percepibili fisicamente ma conoscibili soltanto attraverso la mente. Es. amore, dolore.




Scarica l'APP di Come si scrive?