Quiz di Come si Scrive

Scopri quanto sei bravo in italiano

Risposte Corrette: 0 su 0
30

Sfida i tuoi amici: Condividi questa pagina

Ecco tutte le risposte al quiz

Si scrive Igienico o Igenico?

Igienico

Igenico

Se ci tenete alla pulizia ma non sapete se si scrive igenico o igienico abbiamo la risposta per voi. La forma corretta è igienico con la I tra la G e la E. L'aggettivo si riferisce a qualcosa attinente all'igiene e deriva dal greco ὑγιεινή (che vuol dire igiene e sottinteso τέχνη, che vuol dire arte).

Non scrivete mai igenico, commettereste un grave errore. Per igiene e tutte le sua parole derivate si applica sempre la stessa regola:

  • carta igienica e non carta igenica;
  • igienista dentale e non igenista dentale;
  • igiene e non igene.

Ecco alcune frasi con igienico e con le parole derivate da igiene che vi aiuteranno a comprenderene meglio significato e corretto utilizzo:

  • Dovresti darti una sistemata. Dai l'impressione di non avere alcuna cura per la tua igiene personale.
  • Se vai al supermercato ricordati di comprare la carta igienica.
  • Oggi non posso proprio venire, ho un appuntamento con il mio igienista dentale.
  • Lo dicono tutti i medici: lavarsi le mani prima di mangiare è igienico.

Il vocabolo non ha nulla a che vedere con fotogenico, quesito al quale abbiamo dedicato una pagina tutta sua.

Si scrive Soprammenzionato o Sopramenzionato?

Soprammenzionato

Sopramenzionato

La preposizione "sopra", usata come prefisso per la formazione di parole composte, causa il raddoppiamento della consonante iniziale della parola successiva: soprammobile, sopracciglio, sopravvivere, sopraffare, sopraffino, sopraggiungere, soprannome, ecc...

Questa regola è valida pure per SOPRAMMEZIONATO, che, infatti, si scrive con 2 M. Tuttavia, anche la forma con una sola M è corretta e accettata da tutti i dizionari. Dunque... a voi la scelta!

Si scrive Macabro o Macrabo?

Macabro

Macrabo

Si scrive Prosieguo, Proseguo o Proseguio? (nel senso di "prosecuzione")

Prosieguo

Proseguo

Proseguio

Quante volte vi è capitato di chiedervi: "si scrive proseguo o prosieguo?". Prima di dirvi qual è la risposta corretta è necessario specificare il contesto in cui intendiamo utilizzare la parola. Nel nostro caso, dato che ci riferiamo alla "prosecuzione", la forma corretta è prosieguo, con la -i tra la -s e la -e (il dizionario Treccani segna come corretta anche la forma senza la -i, sebbene la segnali come poco comune). Proseguio è un errore in tutte le circostanze, dunque non dovete utilizzarlo in nessun caso e per nessun motivo.

Cosa vuol dire prosieguo, qual è il suo significato? Quali sono i suoi sinonimi?

Per quanto riguarda la sua etimologia, la parola deriva dal verbo proseguire. Il vocabolo significa prosecuzione, seguito, proseguimento, di cui è anche sinonimo. Anche se è ormai in disuso capita di leggerla nella locuzioni "in prosieguo" o "in prosieguo di tempo", che significano in seguito.

Per quanto riguarda i sinonimi abbiamo, per l'appunto: in seguito, successivamente, poi, dopo.

Esempio di frasi con prosieguo:

  • Si tratta della quinta vittoria consecutiva, ma questa volta con una lezione da tenere bene a mente per il prosieguo del campionato.
  • Sono molto soddisfatto per questo primo week end dei saldi che fa sperare nel buon prosieguo delle vendite.

Buon proseguimento o buon prosieguo?

Partiamo dal presupposto che entrambe le forme sono corrette, tuttavia, e ce lo conferma anche il dizionario Treccani, la parola prosieguo è poco comune e in disuso, salvo le rare eccezioni appena citate. La parola proseguimento è molto più diffusa ed è per tale motivo che vi suggeriamo di utilizzare la forma buon proseguimento.

Perché proseguo non è corretto?

Proseguo non è sbagliato in assoluto, semplicemente non è corretto in questo contesto. Io Proseguo è la prima persona persona singolare dell'indicativo presente del verbo proseguire. Per comodità riportiamo la coniugazione dell'indicativo presente del verbo proseguire:

  • Io proseguo
  • tu prosegui
  • lui/lei prosegue
  • noi proseguiamo
  • voi proseguite
  • essi/loro proseguono

Esempio di frasi con proseguo:

  • Voi fate quel che volete, io proseguo per la mia strada.
  • Ho notato che hai rallentato, proseguo o mi fermo ad aspettarti?

Si scrive Grosso modo o Grossomodo?

Grosso modo

Grossomodo

Si scrive Percuotere o Perquotere?

Percuotere

Perquotere

Provate ad ascoltare o a ripetere una parola con il suono CU e, immediatamente dopo, una parola con il suono QU. Vi renderete immediatamente conto che i due suoni sono identici tra loro. Questo è il motivo per cui i vocaboli che contengono tali suoni fanno sorgere in noi molti dubbi quando siamo costretti a scriverli. Proviamo a rivedere le regole delle parole che contengono “qu”, “cu” e “cqu” in modo da risolvere e cancellare ogni dubbio:

  1. "QU" è sempre seguita dalla "u" e da un'altra vocale (mai da consonante). Avremo dunque le sillabe: qua, que, qui, quo (es.: quadro, quaderno, Quaresima, quesito...);
  2. all'inizio di una parola si usa sempre la forma "QU" (vd. esempi precedenti). Fate attenzione alle 5 parole che fanno eccezione a questa regola (cui, cuocere, cuore, cuoco, cuoio);
  3. la grafia corretta è "CU" se dopo la vocale "u" c'è una consonante (cura, cucina, cugina...). Esistono alcuni vocaboli che, per nostra sfortuna, non rispettano questa regola, complicandoci parecchio le cose! Ve ne elenchiamo un po': cospicuo, scuoiare, arcuato, scuola, percuotere, (la parola del nostro quesito), scuotere, promiscuo, riscuotere, circuito, acuire, innocuo;
  4. si scrivono con "CQU” la parola acqua e tutti i suoi derivati (acquolina, acquazzone, acquario, acquedotto, risciacquare...), il verbo acquistare, la prima e la terza persona singolare nonché la terza persona plurale del passato remoto dei verbi piacere, tacere, giacere, nascere, nuocere (io nacqui, egli nacque, essi nacquero, io tacqui, egli tacque, essi tacquero, io piacqui, egli piacque, essi piacquero, io giacqui, egli giacque, essi giacquero, io nocqui, egli nocque, essi nocquero).

Dunque, ricapitolando, percuotere rientra tra le eccezioni alla regola n. 3 e, per tale motivo, si scrive con il nesso CU (e non QU).

Si scrive Suspense o Suspanse o Suspence?

Suspense

Suspanse

Suspence

Si scrive Roba o Robba?

Roba

Robba

L'unica forma corretta è "ROBA", con una sola B.

Il vocabolo ha origini germaniche: deriva da ROUB, RAUP, termine con cui inizialmente si indicava il "bottino".

L'errore "robba" è spesso causato dall'influenza dei dialetti che prevedono l'utilizzo della bilabiale doppia. 

Si scrive Lì o Li? (avverbio di luogo)

Li

Si scrive Impertinente o Inpertinente?

Impertinente

Inpertinente

Prima delle consonanti labiali “b” e “p” va sempre la lettera “m“, è una delle regole fondamentali della grammatica italiana. Scrivete quindi impertinente. Piccola curiosità: la ricerca della parola "inpertinente" su google restituisce più di 7000 risultati.