Si scrive Arancino o Arancina?

Arancina

Arancino

Il termine esatto per indicare la famosa palla di riso, prodotto tipico della regione Sicilia, è ARANCINA, nonostante la maggior parte delle persone dica "arancino". Arancina è il vezzeggiativo del termine arancia, il frutto. La diffusione del maschile "arancino" è dovuta all'influenza del dialetto della Sicilia orientale, che ha fatto sì che il termine arancina diventasse arancinu, che col tempo è stato italianizzato in arancino (arancini al plurale).

Un'esauriente spiegazione a questo dilemma, che da sempre coinvolge la popolazione sicula (e non solo), la fornisce Giovanni Ruffino, docente di Linguistica italiana dell'Università di Palermo e corrispondente dell'Accademia della Crusca: "Nella Sicilia orientale, messinese e catanese soprattutto, si dice arancino ed ha la classica forma a pera. Si tratta però di una semplice scelta linguistica meno corretta. In questi territori c’è stata una variazione morfologica cui corrisponde una variazione anche nella forma dell’arancina. A Palermo l’arancina ha invece una forma rotonda simile ad una arancia di cui la Sicilia è ricca e dalla quale prende il nome per analogia. E’ questa la forma corretta perché arancina deriva da arancia ed è femminile. Mangiarle poi alla carne, al burro o con le verdure dipende dal gusto. Certamente questi condimenti sono recenti e si tratta in definitiva di sovrastrutture successive e di scarso pregio".

Se vi trovate in una rosticceria di Palermo abbiate l'accortezza di chiedere un'arancina.

Tuttavia, poiché i dizionari riportano la forma maschile (e non quella femminile), ARANCINO è da considerarsi la forma più esatta nella lingua italiana.