Si scrive Che egli stesse o Che egli stasse?

Che egli stesse

Che egli stasse

L'unica forma corretta del congiuntivo imperfetto di stare, per la terza persona singolare, è che egli stesse. Eppure sorprende l'errore commesso dal poeta Giacomo Leopardi nello Zibaldone: 

"Quando l'uomo concepisce amore tutto il mondo si dilegua dagli occhi suoi, non si vede più se non l'oggetto amato, si sta in mezzo alla moltitudine alle conversazioni ec. come si stasse in solitudine, astratti e facendo quei gesti che v'ispira il vostro pensiero sempre immobile e potentissimo senza curarsi della maraviglia né del disprezzo altrui, tutto si dimentica e riesce noioso ec. fuorchè quel solo pensiero e quella vista. Non ho mai provato pensiero che astragga l'animo così potentemente da tutte le cose circostanti, come l'amore."

Anche per la prima persona singolare l'unica forma corretta è che io stessi.