"Interpretare o Interpretrare?" - Durata lettura: min.

Si scrive Interpretare o Interpretrare?

Interpretare

Interpretrare

Interpretrare rientra nella categoria "strafalcioni" che spesso ci capita di ascoltare in tv; tra l'altro, non vi è alcun vantaggio in questa forma che, oltre che errata, è di gran lunga più complicata da pronunciare! Lo stesso ragionamento è valido per interprete (forma corretta) Vs interpretre (forma errata).

Dobbiamo aggiungere che l'enciclopedia Treccani attesta anche le forme interpetrare/interpetre come varianti toscane o letterarie, mentre il Dizionario Etimologico di Pianigiani le giustifica come voci popolari con metatesi (= spostamento) di r per motivi di eufonia, quindi di facilità di pronuncia.

Da dove derivano interpretare/interprete? L'etimologia di questi termini risale al latino interpres, risalente a sua volta a inter praetium, che si riferiva ai mediatori, cioè coloro che nelle transazioni commerciali "facevano il prezzo". Per traslato, ora interprete indica colui che trasmette il significato dei testi, inteso sia come traduttore, sia come lettore critico, capace di svelare i significati letterali e figurati delle parole.

 

Aiuta la lingua italiana a sopravvivere

Se conosci qualcuno che ha sbagliato a scrivere questa parola faglielo sapere, condividendo questa pagina.