Si scrive Onnisciente o Onniscente?

Onnisciente

Onniscente

Il quesito nasce da un personale ricordo dei tempi liceali. Durante un compito in classe di letteratura italiana, tra i tanti quesiti posti dal professore e scritti sotto sua dettatura da noi allievi, il docente citò ben due volte l'aggettivo onnisciente. Ricordo l'amarezza del nostro professore quando, trovandosi a correggere le nostre verifiche, dovette constatare che più di metà classe aveva scritto onniscente senza i.

Il suo disappunto era accresciuto dal fatto che, a commettere questo grave errore, erano degli alunni di un liceo classico. Attenzione, nessuno dovrebbe sbagliare, ma quando a farlo sono studenti che, proprio per le materie che studiano, sono meno giustificabili di altri, i professori sono ancora più severi (è come se un allievo del liceo linguistico sbagliasse a scrivere in inglese!).

Da studenti del liceo classico quali eravamo, avremmo dovuto ricordare che onnisciente deriva dal latino OMNIS (tutto) + SCIENTEM (il participio presente del verbo scio, che, infatti, va scritto con la I).

Onnisciente vuol dire "che sa tutte le cose". Anche il sostantivo onniscienza vuole la i.