Si scrive Veniale o Venale? (con il significato di "peccato non grave")

Veniale

Venale

Se intediamo usare l'aggettivo con il significato di "che merita perdono, peccato non grave che non priva della grazia divina", tipico del linguaggio religioso, la forma corretta è VENIALE.

Fate attenzione a non confonderlo con l'aggettivo "venale", che ha differenti significati:

  1. che  può essere comprato o venduto (sinonimo: commerciale);
  2. che viene fatto per denaro;
  3. avido di denaro.